2017 settembre

Bring to the table win-win survival strategies to ensure proactive domination. At the end of the day, going forward, a new normal that has evolved from generation.
04.bollettino-INAIL-denunce.jpg

11 settembre 2017by sitodesign

Recentemente è stato pubblicato on line il bollettino trimestrale delle denunce di infortunio e malattie professionali; i dati analizzati sono riferiti ai mesi di gennaio-giugno 2017 e sono soggetti a consolidamento in seguito all’esito dei singoli casi, pertanto non sono dati definitivi.

Il quadro nazionale non promette niente di buono, in quanto paragonando lo stesso periodo dell’anno precedente (gennaio-giugno 2016), assistiamo ad un aumento sostanziale delle denunce di infortunio e anche di quelle con esito mortale.

Le denunce di malattie professionali sono invece in lieve diminuzione. I dati analizzati per Regione indicano che nelle Marche si assiste ad un lieve miglioramento pari al 1.2% per quanto riguarda gli infortuni (9452 nel 2016, 9339 nel 2017); per gli infortuni con esito mortale si passa da 23 del 2016 a 14 del 2017 con un decremento del 39.13% e infine per le malattie professionali si registra un miglioramento del 8.32% (3185 del 2016, 2920 nel 2017).

Stiamo migliorando nella nostra Regione, ma se guardiamo i numeri e non le percentuali, il lavoro da fare è ancora tantissimo.

Per maggiori informazioni

https://www.inail.it/cs/internet/docs/bollettino-trimestrale-luglio-2017.pdf?section=comunicazione


formazione-RSPP.jpg

6 settembre 2017by sitodesign

La Conferenza Stato Regioni del 7 Luglio 2016 approva l’Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano che prevede nuovi percorsi formativi per RSPP e ASPP.

Il testo del nuovo accordo, in fase di prima applicazione e non oltre i 12 mesi dall’entrata in vigore, dava la possibilità di avviare corsi di formazione per responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione rispettando ancora gli adempimenti previsti dal precedente accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006.

Il 2 settembre 2017 è scaduto il periodo transitorio pertanto ora si dovranno seguire i percorsi formativi indicati dal nuovo accordo del 7 luglio 2016. Le principali novità riguardano gli ulteriori titoli di esonero introdotti, i requisiti dei docenti, i metodi di formazione da utilizzare in aula, l’utilizzo della formazione in e-learning, la nuova articolazione dei percorsi formativi per RSPP e ASPP, i nuovi criteri di valutazione dell’apprendimento, il riconoscimento della formazione pregressa, la modalità di aggiornamento e gli esoneri per la sovrapposizione di contenuti analoghi con altri corsi di formazione sulla sicurezza in ambiente di lavoro.

Il 15 settembre 2017 inizia nella nostra sede in via Enzo Ferrari 20 il corso per RSPP e ASPP in adempimento alle nuove indicazioni dell’Accordo Stato Regioni in vigore.

Per maggiori informazioni consultate la nostra sezione Formazione/Corsi in aula.


olio-oliva.jpg

4 settembre 2017by sitodesign

Per caratterizzare l’olio extra vergine di oliva, garantirne la purezza e la qualità, è necessario definirne le caratteristiche chimico-fisiche oltreché le caratteristiche organolettiche.

Le analisi chimiche rappresentano il primo filtro di indagine per verificare che l’olio sia conforme o meno alle categorie riconosciute dalla Legge.

Un valido aiuto per produrre ed assicurare lo standard di qualità è rappresentato dal controllo di alcuni parametri secondo metodiche standardizzate: acidità, perossidi, Delta K, polifenoli.

La verifica dei sopra citati parametri serve ad assicurare la bontà del lavoro del frantoio, ad assicurare le buone pratiche di lavorazione avendo la certezza che le caratteristiche dell’olio prodotto rispondano ai criteri di qualità definiti per legge ed ai quali aspira ogni buon produttore; serve a qualificare il prodotto, stabilirne il giusto prezzo, a certificare tutta la filiera produttiva, dal campo al consumatore.

La determinazione dei parametri chimici deve però essere eseguita da personale e laboratori qualificati ed affidabili che operino sulla base di metodiche certificate ed accreditate.

La Chemicontrol Srl è in grado di offrirti tutto questo, operando con il proprio Laboratorio Argo Group s.c.a.r.l. nel settore analitico ed in particolare in quello oleario con metodiche accreditate “Accredia” e con l’Autorizzazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali al rilascio dei certificati nel settore oleario con D.M. 07/12/2016, G.U. n° 5 del 07/01/2017 per i parametri acidità e perossidi.

CONTATTACI, LAVOREREMO INSIEME PER LA QUALIFICA DEL TUO PRODOTTO E DEL TUO LAVORO


legionellosi.jpg

4 settembre 2017by sitodesign

La legionellosi rappresenta una malattia insidiosa, di difficile diagnosi, spesso poco considerata nelle valutazioni del rischio biologico delle comunità e strutture ricettive.

E’ provocata da un batterio che trova il suo habitat ideale in ambienti acquatici, a temperatura compresa tra i 15 e 40 °C, pur potendo sopravvivere in un range di temperatura molto più ampio, tra 6 e 63 °C. Le legionelle, ove presenti, possono dare luogo a malattie infettive gravi, a letalità elevata (10-15%), che si manifesta sia sotto forma di polmonite, sia sotto forma febbrile extrapolmonare.

QUALI STRUTTURE SONO INTERESSATE: Sono a rischio tutti quei luoghi in cui sono presenti impianti di condizionamento, vasche, docce, serbatoi di acqua, rubinetti in cui possa formarsi un aerosol respirabile per scambio acqua-aria.

COME PROCEDERE: E’ necessario monitorare i punti di emissione di acqua e i serbatoi di accumulo. Inoltre è necessario applicare un protocollo, redatto da professionisti abilitati, conforme a quanto indicato nelle Linee Guida della Regione Lombardia o nelle Delibere della Regione Marche n° 186 e 187 del 02 febbraio 2006. Entrambe partono da una analisi degli edifici e degli impianti stabilendo una sequenza di monitoraggio per una efficace prevenzione.

PROPOSTA CHEMICONTROL: La Chemicontrol Srl., con i propri tecnici specializzati e il Laboratorio Argo Group s.c.a rl. Di riferimento è in grado di definire le modalità di prelievo, provvedere alla realizzazione ed interpretazione delle analisi necessarie, redigere un protocollo di prevenzione specifico per ogni struttura e, in caso di positività, suggerire possibili soluzioni.

CONTATTACI, LAVOREREMO INSIEME PER LA QUALIFICA DELLE STRUTTURE E PER PREVENIRE OGNI RISCHIO


AZIENDA

CHEMICONTROL s.r.l.

Laboratorio di analisi chimiche e microbiologiche.
Consulenza su sicurezza e ambiente.
Formazione.
Via Enzo Ferrari, 20 – 63900 Fermo

+ 39 0734 628987

info@chemicontrol.it

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
TENIAMOCI IN CONTATTO

SOCIAL

Utilizza i nostri contatti social per scriverci e vedere le nostre attività